Home » Green Economy » L’upcycling supporta la green economy: il riuso creativo che valorizza gli oggetti e tutela l’ambiente – Parte seconda

Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – L’upcycling supporta la green economy: il riuso creativo che valorizza gli oggetti e tutela l’ambiente – il riuso creativo che tutela l’ambiente e riduce l’impatto ambientale

L’upcycling supporta la green economy: il riuso creativo che valorizza gli oggetti e tutela l’ambiente – Parte seconda

Marzo 17, 2023 |

Dopo aver parlato di come l’upcycling tutela l’ambiente nel settore della moda, questo articolo sarà incentrato sul riuso creativo nell’ambito dell’architettura e del design. L’upcycling architettonico è un fenomeno relativamente recente rispetto alla prassi ormai consolidata di usare materiali di scarto per creare pezzi unici di design. In effetti, alcuni pezzi di design che hanno utilizzato l’upcycling sono già diventati dei classici, basti pensare al tavolo Tour disegnato da Gae Aulenti.

Realizzato nel 1993 per FontanaArte, Tour è un pezzo d’arredamento che in breve tempo è diventato una vera e propria icona del made in Italy. Tour rappresenta l’evoluzione del famoso Tavolo su ruote di Gae Aulenti, creato nel 1980: un piano in vetro temperato fissato su quattro ruote industriali. Il piano in vetro cristallo di Tour poggia invece su quattro ruote di bicicletta pivotanti, con tanto di forcelle cromate e copertoni in gomma piena.

Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – L’upcycling supporta la green economy: il riuso creativo che valorizza gli oggetti e tutela l’ambiente – il riuso creativo che tutela l’ambiente e riduce l’impatto ambientale
Fonte: FontanaArte

Il riuso creativo nel design continua a produrre incredibili oggetti d’arredamento, come le sedute create dal londinese Bim Burton a partire da vecchie vasche da bagno in metallo. E londinese è anche Charlotte Kingsnorth, giovane designer il cui approccio creativo si basa sulla combinazione di tecniche artigianali tradizionali e processi industriali. Il suo Fan Club G Plan, per esempio, è un set da pranzo che prende spunto dal famoso marchio di mobili britannico G Plan. Nel suo sito si legge: «Le sedie trasformate si dispongono intorno al tavolo in forme diverse, con le scocche in velluto screziato cucito a mano che si fondono con le venature del legno del tavolo».

Da questi pochi esempi emergono chiaramente tutte le possibilità offerte dall’upcycling applicato al design, ma queste sono numerose anche per quanto riguarda l’architettura. E vale davvero la pena di soffermarsi sulle nuove tendenze in questo campo, soprattutto considerando il pesante impatto ambientale connesso all’industria dell’edilizia.

Architetture sostenibili: il riuso creativo che tutela l’ambiente e riduce l’impatto ambientale

Secondo un rapporto della Commissione europea del 2020, il settore delle costruzioni consuma il 50% delle risorse nella sola fase di estrazione del materiale. Nella fase di produzione totale dei rifiuti (principalmente mattoni, cemento, acciaio, vetro, legno e plastica) il consumo di risorse è pari al 35%. È quindi evidente che in questo settore è fondamentale adottare un approccio circolare, basato sul riuso dei materiali per prolungarne il ciclo di vita.

Le strategie in questo ambito sono diverse, ma prevedono tutte soluzioni che consentono di limitare l’utilizzo di materie prime, prediligendo un alto contenuto di componenti riciclati. Così, le applicazioni di upcycling nell’architettura si declinano in una molteplicità di espedienti davvero innovativi, per esempio il riuso di pneumatici dismessi. Qui componenti altamente inquinanti come appunto gli pneumatici vengono riempiti di terra e usati per costruire pareti portanti che garantiscono tra l’altro ottime performance energetiche.

Il riuso di componenti e pezzi di ricambio di veicoli giunti a fine vita, d’altronde, ha creato abitazioni davvero uniche, come la McGee Salvage House. Il progetto porta la firma dello studio californiano Leger Wanaselja Architecture, leader nella progettazione ecologica sin dalla sua fondazione nel 1991. L’esterno della McGee Salvage House è interamente rivestito con materiali di recupero o di scarto. Le pareti superiori sono ricavate da cento tetti segati di auto grigie recuperate da sfasciacarrozze locali.  Le pareti inferiori, invece, sono rivestite di corteccia di pioppo, un prodotto di scarto dell’industria del mobile della Carolina del Nord. Anche le tende da sole provengono da elementi di recupero, in questo caso da finestrini laterali di Dodge Caravan rottamati.

Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – L’upcycling supporta la green economy: il riuso creativo che valorizza gli oggetti e tutela l’ambiente – il riuso creativo che tutela l’ambiente e riduce l’impatto ambientale
Fonte: Leger Wanaselja Architecture

Upcycle House: un’eccellenza architettonica che tutela l’ambiente attraverso il riuso creativo

Uno dei progetti più ambiziosi e sperimentali degli ultimi dieci anni è senza dubbio la Upcycle House, situata nella città di Nyborg, in Danimarca. La realizzazione risale al 2013 a opera dello studio di architetti Lendager in collaborazione con Realdania Byg, una fondazione che promuove pratiche per un’edilizia sostenibile. Il sito dello studio Lendager spiega che tutto è nato da una domanda: «Cosa succederebbe se si potesse costruire una casa familiare con container, tappi di champagne e lattine di soda?». La risposta è appunto la Upcycle House, un’abitazione che grazie all’upcycling ha ridotto dell’86% le emissioni di CO2dovute alla sua edificazione.

La struttura portante della Upcycle House, infatti, è costituita da due container prefabbricati dismessi che in precedenza erano utilizzati per le spedizioni marittime. Lattine di soda in alluminio opportunamente riciclate sono servite per il tetto e il rivestimento della facciata. Per il rivestimento delle pareti e dei pavimenti si sono utilizzati pannelli OSB costituiti da trucioli di legno pressati insieme senza colla. Il pavimento della cucina, invece, è in sughero, ricavato da tappi di bottiglie di champagne appositamente lavorati e convertiti in piastrelle. Analogamente, le piastrelle e le suppellettili del bagno sono in vetro riciclato, che è stato usato anche come isolante del terreno.

Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – L’upcycling supporta la green economy: il riuso creativo che valorizza gli oggetti e tutela l’ambiente – il riuso creativo che tutela l’ambiente e riduce l’impatto ambientale
Fonte: Upcycle House Lendager

Naturalmente, l’edificazione della Upcycle House ha previsto tutta una serie di elementi in grado di minimizzare i consumi e ridurre l’impatto ambientale. Tra questi, un’esposizione che ottimizza la luce diurna, un sistema di ventilazione naturale e un efficiente isolamento termico ottenuto da vecchi giornali trasformati in lana di carta. Insomma, la Upcycle House è davvero un’eccellenza architettonica all’avanguardia, al punto che a dieci anni dal completamento produce solo 0,7 chilogrammi di CO2 per metro quadrato.

Leggi anche la Parte prima

Fonte: lendager.com

Immagine di copertina: Adobe Stock di Jevgenija Zukova

Leggi anche

Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – Genitori green: risparmiare e vivere a impatto zero con un bambino – Genitori green: risparmiare con un bambino e vivere in modo sostenibile

Genitori green: risparmiare e vivere a impatto zero con un bambino

Anche voi potete essere genitori green: scoprite come risparmiare migliaia di euro nel primo anno di vita del vostro bambino e ridurre così l'impatto ambientale!
Leggi di più
Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – SESA Spa di Este aderisce al progetto “Mestieri e futuro” promosso da Confindustria e Settore Education AICQ

SESA Spa di Este aderisce al progetto “Mestieri e futuro” promosso da Confindustria e Settore Education AICQ

L’integrazione tra istruzione e industria ha assunto un ruolo cruciale nell’orientamento professionale degli studenti, e SESA Spa di Este ha aderito al progetto “Mestieri e futuro, la scuola e le realtà produttive del territorio”..
Leggi di più
Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – Il terzo volo di prova della Starship di SpaceX: un momento epocale nell’esplorazione spaziale con foto mai viste prima – Foto del terzo volo della Starship di SpaceX: una visione epocale nello spazio

Il terzo volo di prova della Starship di SpaceX: un momento epocale nell’esplorazione spaziale con foto mai viste prima

Le foto del terzo volo di Starship di SpaceX, che rappresenta una pietra miliare nell’esplorazione spaziale, aprono una finestra senza precedenti su quello che ci aspetta nel prossimo futuro.
Leggi di più
Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – EPBD: la Direttiva sulle Case Green sul tema delle caldaie a gas e il loro destino – Vantaggi e requisiti delle caldaie a gas secondo la direttiva Case Green: investimento per il futuro

EPBD: la Direttiva sulle Case Green sul tema delle caldaie a gas e il loro destino

Dopo essere stata definitivamente approvata in seduta plenaria il 12 marzo 2024, la Direttiva Europea conosciuta come "Case Green" o EPBD (Energy Performance of Buildings Directive), ha suscitato grande interesse sul tema delle caldaie a gas.
Leggi di più
Impatto Zero – Green economy – Blog Ecosostenibile – Il futuro dell’automobile: elettrico vs idrogeno – Il futuro dell’automobile: una visione integrata fra elettrico e idrogeno

Il futuro dell’automobile: elettrico vs idrogeno

Nel contesto del futuro dell’automobile, due tecnologie stanno emergendo come protagoniste principali: le macchine elettriche e quelle a idrogeno.
Leggi di più
Torna in alto